La Guida On-Line all'HTML per l'Internet Publishing tutta in Italiano
(C) 1995-98 by Flavio Del Greco e Valerio Zanini

Attivare collegamenti

 Il bello di viaggiare in WWW, è l'ipertestualità. Semplicemente "cliccando" su una parola, un disegno, un'immagine, si accede ad un'altra pagina Web, che si può trovare in un qualsiasi computer della rete Internet. Questo si ottiene con le cosiddette Ancore. Un'ancora non è altro che un riferimento all'indirizzo di una pagina WWW. Per crearla il comando è:
   <A HREF="URL"> ................. </A>
dove URL stà per Uniform Resource Locator, ovvero l'indirizzo della pagina.

 Esso è composto da:
  • metodo per accadere alla risorsa;
  • nome del server che fornisce la risorsa;
  • numero della porta utilizzata sul server (default: 80)
  • nome del file della risorsa (eventualmente con tutto il path);
  • ancora nel documento.
  Ad esempio l'url della Home Page di WebKit è: http://www.novaera.it/webkit/index.htm


 Tutto ciò che si trova fra le tag di apertura e chiusura di un'ancora (testo o immagini indifferentemente) diventa "cliccabile". Il browser automaticamente provvederà ad evidenziare le ancore, per renderle di facile individuazione, con sottolineature e/o colori diversi per il testo e contornando le figure. Se col cursore si passa sopra un'ancora, esso diventerà una manina, a sottolineare il fatto che quello è un collegamento. Se si clicca su un'ancora, si avrà l'effetto di caricare e visualizzare la pagina Web a cui si riferisce.

 Per documenti che si trovano nella stessa directory della pagina attualmente visualizzata, non è necessario dare l'indirizzo Internet completo, ma è sufficiente scrivere il nome del file. Ad esempio <A HREF="pagina.htm">.

 Esiste un altro tipo di ancora, definito interno. Un'ancora interna è del tutto simile ad una esterna se non per il fatto che si riferisce non ad un'altra pagina, ma ad un diverso punto della stessa pagina visualizzata in quel momento. In tal caso non si dovrà utilizzare un URL come riferimento, ma semplicemente un nome, preceduto da un cancelletto (#). L'ancora di destinazione dovrà avere l'attributo NAME="...." al posto di HREF. Cliccando su un'ancora interna si avrà il solo effetto di spostarsi, nell'ambito della stessa pagina, nel punto a cui l'ancora stessa faceva riferimento.
 Ad esempio, l'ancora: <A HREF="#finale">Clicca qui per veder la fine</A> farà saltare, nella stessa pagina, nel punto in cui si trova: <A NAME="finale">La fine di tutto</A> fu che......

 I due tipi di ancora, interna ed esterna, si possono combinare, nel senso che si può riferire un collegamento ad un punto particolare di un'altra pagina. Ad esempio, attivando l'ancora <A HREF="pippo.htm#pluto"> si visualizzerà la pagina pippo.htm (nella stessa directory), a partire dal punto in cui si trova l'ancora di destinazione <A NAME="pluto">....


 Le ancore possono anche collegarsi ad immagini, suoni, animazioni, ecc. Ad esempio:
     <A HREF="pippo.gif">
     <A HREF="pluto.wav">
     <A HREF="paperino.mov">, ecc.
 A seguito del click su un riferimento del genere, il browser caricherà il file e lo manderà in esecuzione. Se invece non dovesse riconoscere il tipo di file ricevuto, chiederà (Netscape) all'utente con quale programma esterno lanciarlo; da quel momento in poi, il browser riconoscerà il nuovo tipo di file, e lo lancerà automaticamente col programma indicato dall'utente.

 Infine, si può creare un'ancora che permetta di inviare una mail.
 Questo si ottiene con:  <A HREF="mailto:indirizzo E-mail">.......</A>.
 Se vuoi, prova a cliccare qui per inviarmi una mail.

  Altro attributo fondamentale delle ancore è "TARGET": esso serve per specificare in quale finestra (frame) dovrà andare l'oggetto collegato a quell'ancora. Guarda il paragrafo relativo per una spiegazione completa.


Indietro all'INDICE GENERALE


WebKit
(C) 1995-98 by Valerio Zanini e Flavio Del Greco
Tutti i diritti riservati.

Se avete qualsiasi suggerimento o correzione vi preghiamo di contattarci attraverso E-Mail.

I diritti di riproduzione di questa guida appartengono agli autori. Per richiedere permessi di duplicazione parziale di quanto qui contenuto o per ulteriori informazioni non esitate a scriverci.