Progetto A.D.A. PAGINA 8
E' stupida la mia domanda, ma come si usa il preservativo? No, non e' una domanda stupida .
     I profilattici a base di lattice devono essere preferiti a quelli a base di membrane naturali, perche' offrono una maggiore garanzia di protezione nei confronti dei virus .
     I preservativi devono essere conservati in un luogo fresco, asciutto, al riparo dei raggi solari; non devono essere tenuti in tasca per lungo tempo .
     I profilattici contenuti in confezioni danneggiate o quelli che mostrano chiari segni di deterioramento (ad es .
     secchi, appiccicaticci, scoloriti) non devono essere usati in quanto e' possibile che abbiano perso la loro integrita' funzionale .
     Devono essere estratti dalla confezione con cura al fine di evitare rotture anche microscopiche provocate da unghie, anelli od oggetti taglienti .
     Un profilattico deve essere usato assolutamente una sola volta .
     Il preservativo deve essere indossato non appena raggiunta l'erezione e prima dell'inizio rapporto, si mette sul pene completamente in erezione tenendo il serbatoio fra il pollice e l'indice, srotolando delicatamente fino alla base del pene eretto, lasciando in punta lo spazio sufficiente per la raccolta dello sperma .
     Devi evitare che rimanga aria in cima al profilattico, onde evitare il rischio di rotture .
     Il preservativo deve essere ben lubrificato, utilizza eventualmente lubrificanti a base di acqua, in quanto altri prodotti (ad es .
     a base di oli) possono determinare l'indurimento del lattice favorendone cosi' la rottura; Dopo l'eiaculazione ritira il pene protetto ancora in erezione trattenendo la base del profilattico con due dita e senza far fuoriuscire lo sperma .
     Attenzione, non riutilizzare mai il preservativo che hai gia' usato .
     Se un profilattico si rompe deve essere rimosso immediatamente .
     L'uso di profilattici contenenti spermicidi puo' fornire una protezione ulteriore .
Tanto per avere una idea, quanti saranno gli infettati dall'Aids nel 2000? L'Organizzazione Mondiale della Sanita' (OMS) stima che sarranno dai 40 ai 42 milioni .
Come si trasmette l'Aids? L'infezione e' causata da un virus denominato HIV .
     Il virus si diffonde principalmente attraverso l'uso in comune di aghi da siringa usati per iniettarsi "draga" e con rapporti sessuali, con partners infetti, specie se provocano abrasioni anche minime alle mucose .
     Queste lesioni, molto piu' probabili nei rapporti tra omosessuali maschi, sono in grado di facilitare il passaggio nell'organismo del virus trasportato da sangue o sperma .
Visto il continuo dilagare del problema DROGA che trascina a catena anche la piaga AIDS,che come risulta da statistiche O.M.S. ha contratto la maggior parte dei sieropositivi provenienti dal mondo della tossicodipendenza, non sarebbe meglio legalizzare l'uso e il commercio delle sostanze stupefacenti?
Non si avrebbe cosi' almeno il contaggio dell'AIDS dovuto a scambio di siringhe?
E' un problema realmente complesso che investe non solo la salute ma l'economia, la politica, le relazioni tra paesi produttori e consumatori di sostanze stupefacenti, ed in ultimo la volonta' di coloro i quali sono preposti alla soluzione di questi enormi ed aggrovigliati temi .
     Semplicisticamente ed ingenuamente, tenuto conto che il "fatto" esiste sarebbe piu' opportuno legalizzare e controllare il commercio delle sostanze stupefacenti poiche' oltre permettere il controllo medico del tossico risolverebbe anche tutti gli aspetti che sono legati alla criminalita' che e' intorno al fenomeno .
     Ma, come gia' accennato, sono tanti e tali gli interessi legati allo spaccio, al riciclaggio delle enormi somme di danaro che lo spaccio della droga fa affluire nelle casse della malavita che una soluzione semplice come quella proposta dalla signora V .
     diventa, allo stato attuale, molto, molto difficile .
     Ritengo comunque, viste anche le prese di posizione di alcuni gruppi politici, che entro i prossimi anni il problema sara' affrontato con maggiore responsabilita' da coloro i qualli devono avere a cuore la Sanita' nel nostro Paese .
Hanno scoperto il vaccino sull'AIDS? Non ancora !!
Puo' una puntura di zanzara causare AIDS? Nel 1987 il dott . John Seale, ricercatore inglese, durante un convegno svoltosi a Roma propose questa possibilita' .
     Egli affermo' che l'HIV poteva essere trasmesso dalla puntura di una zanzara, ma non forni' prove a sostegno di questa ipotesi .
     Diversi Istituti di ricerca si sono occupati di questa possibilita' e in tutti gli esperimenti di laboratorio e' stato ottenuto sempre un risultato negativo .
     Un requisito indispensabile e' che il virus dell'HIV possa sopravvivere all'interno di un insetto perche' questo sia poi in grado di trasmetterlo ad un essere umano .
     Ma vi e' una prova ancora piu' convincente .
     Il dott.. Jonathan Mann della Organizzazione Mondiale della Sanita', studiando le statistiche sulla diffusione dell'aids ha notato che questo non colpisce la fascia di eta' che va dai 5 ai 15 anni .

Realizzazione grafica a cura di:
© NOVAERA servizi informatici